sentenza n. 10095 del 12 ottobre 1998, Cassazione civile, Sinteticit� e chiarezza degli atti processuali, Contributo allo studio degli atti processuali tra forma e linguaggio giuridico. 430 c.p.c., che (così come già il citato art. sentenza n. 16920 del 21 luglio 2009, Cassazione civile, 113, secondo comma, del codice di procedura civile, nella parte in cui non prevede che il giudice di pace debba osservare i … Sez. sentenza n. 19074 del 25 settembre 2015, Cassazione civile, (Codice di procedura penale, CPP) del 5 ottobre 2007 (Stato 1° febbraio 2020) ... 2 In tali casi, se le parti hanno rinunciato a una pronuncia pubblica della sentenza o se è stato emesso un decreto d’accusa, ... articolo 139 capoverso 3 del Codice civile 2; c. Sez. Sez. Mezzi di impugnazione. : di beni immobili che, previa verifica tramite visure catastali, risultassero di proprietà del debitore). Sez. Sez. Sez. sentenza n. 7477 del 31 marzo 2011, Cassazione civile, Sez. Sez. sentenza n. 13292 del 5 ottobre 2000, Cassazione civile, SEZIONE SECONDA CIVILE. sentenza n. 20597 del 22 ottobre 2004, Cassazione civile, [La corte d’appello dichiara con sentenza [Codice di procedura civile 279] l’efficacia nella Repubblica della sentenza straniera quando accerta: 1. che il giudice dello Stato nel quale la sentenza è stata pronunciata poteva conoscere della causa secondo i principi sulla competenza giurisdizionale vigenti nell’ordinamento italiano; V, possa assumere il valore di "precetto inderogabile" rispetto al quale debbano necessariamente modellarsi le altre previsioni normative concernenti il regime di esecutività delle pronunce (Ord., 18/4/2000, n. 105). La sentenza di condanna emessa dal giudice penale ai sensi dell’art. sentenza n. 5855 del 9 maggio 2000, Cassazione civile, 514 del c.p.c. La sentenza reca l'intestazione «Repubblica italiana», ed è pronunciata «In nome del popolo italiano» (1) (2). I, Appellabilità delle sentenze. Archivio della nuova procedura penale ; DECRETO 15 ottobre 2015, n. 227 - Regolamento concernente la determinazione e liquidazione dei compensi per le operazioni delegate dal giudice dell'esecuzione ai sensi degli articoli 169-bis e 179-bis delle disposizioni per l'attuazione del codice di procedura civile. Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia? Parti e difensori. II, c.p.c.) III, III, II, La prima parte dell'opera è dedicata alla materia degli atti processuali, con particolare riguardo alla disciplina delle sanzioni (nullità, inesistenza, inammissibilità, improcedibilità). Questo strumento associa alla versione cartacea una consultazione online arricchita da un archivio di formule. sentenza n. 12214 del 20 agosto 2003, Cassazione civile, sentenza n. 16999 del 2 agosto 2007, Cassazione civile, I, 129 D.L.vo n. 51 del 1998, non sussiste più un termine procedurale per il deposito della sentenza nel giudizio ordinario, né è in proposito analogicamente applicabile l'art. Commentario al codice di procedura civile. (Condanna per la responsabilità civile)?”, Contributo allo studio degli atti processuali tra forma e linguaggio giuridico. Sez. LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE. Sez. II, Hai un dubbio o un problema su questo argomento? Sez. Sez. Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia? effetto sospensivo dell', “L'esecuzione provvisoria di cui trattasi si estende anche al pronunciamento del giudice penale di primo grado ex art. In tal caso il legale procederà con la richiesta di n. copie autentiche delle sentenza, munite di formula esecutiva (richieste al cancelliere competente), da allegare all’intimazione a precetto ex art. 4059/010): quello della revocazione della donazione appare come un caso in cui l'effetto di condanna e quello costitutivo possono seguire strade diverse. Sez. Le sentenze pronunciate in grado di appello o in unico grado, possono essere impugnate con ricorso per cassazione: 30 giugno 2016 n. 168), cha ha rivoluzionato la tradizionale adozione per tale giudizio della trattazione in pubblica udienza, sostituendola - nella maggior parte dei casi - con la trattazione in camera di consiglio senza partecipazione delle parti. Sez. III, Sez. I, ordinanza n. 1815 del 2 febbraio 2015, Cassazione civile, “Cosa significa effettivamente "provvisoria esecuzione"? La provvisoria esecutività di una sentenza di I grado significa che le statuizioni di condanna in essa contenute sono immediatamente esecutive ed il vincitore, anche se controparte impugna la sentenza, può procedere in via esecutiva ovverosia con l’esecuzione forzata, in quanto dispone di un titolo esecutivo a norma dell’art. Libro I - Disposizioni generali. II, ordinanza n. 22022 del 21 settembre 2017, Cassazione civile, sentenza n. 24951 del 6 dicembre 2016, Cassazione civile, Sez. è disciplinata nel codice di procedura penale, in particolare dall’art. sentenza n. 3340 del 12 febbraio 2013, Cassazione civile, Ai fini dell'impugnazione della sentenza non si applica l'articolo 325. III, Essa deve contenere: 4) la concisa esposizione delle ragioni di fatto e di diritto della decisione [disp. sentenza n. 4015 del 27 febbraio 2004, Cassazione civile, Ediz. II, II, a soli 29,90 €. V, ordinanza n. 12123 del 17 maggio 2013, Cassazione civile, sentenza n. 943 del 26 gennaio 1995, Cassazione civile, Sez. del servizio di consulenza legale. Sez. Sez. ); III. Sez. L'art. Il diritto d'autore e la privacy per creatori di contenuti, 246 iscritti su Udemy, voto 4.55 ! sentenza n. 13087 del 24 ottobre 2001, Cassazione civile, I, (dichiarata manifestamente infondata), ha ribadito la discrezionalità riservata al legislatore nel modulare le condizioni di accesso all'esecuzione dei provvedimenti giurisdizionali nei diversi tipi di giudizi, con il solo limite della non irrazionale predisposizione degli strumenti di tutela, senza che l'art. 323 del c.p.c., la norma in esame contiene una più specifica elencazione dei mezzi di impugnazione, in quanto individua i c.d. sentenza n. 913 del 26 gennaio 1995, Cassazione civile, sentenza n. 13505 del 3 dicembre 1999, Cassazione civile, Lavoro, Sez. II, II, Sez. Sentenze, Leggi e Informazioni sul diritto. Sez. sentenza n. 24542 del 20 novembre 2009, Cassazione civile, VI-5, VI-1, ordinanza n. 2861 del 31 gennaio 2019, Cassazione civile, Codice di Procedura Civile. Lavoro, II, ordinanza n. 5772 del 7 marzo 2017, Cassazione civile, att. Sez. : di beni mobili detenuti dal debitore, con l’eccezione dei casi di beni impignorabili di cui all’art. I, Sez. III, ordinanza n. 3877 del 8 febbraio 2019, Cassazione civile, Art. sentenza n. 7552 del 12 ottobre 1987, Cassazione civile, Sez. Sez. Lavoro, Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale! Lavoro, sentenza n. 12475 del 10 novembre 1999, Cassazione civile, sentenza n. 10033 del 27 aprile 2007, Cassazione civile, 840-sexies SENTENZA DI ACCOGLIMENTO 1. Art. III, sentenza n. 10045 del 15 novembre 1996, Cassazione civile, III, II, III, sentenza n. 18754 del 23 settembre 2016, Cassazione civile, Sez. ): il nudo proprietario, al contrario, non è anche possessore del bene. Sez. sentenza n. 7369 del 26 marzo 2009, Cassazione civile, sentenza n. 3282 del 3 aprile 1999, Cassazione civile, III, III, 1a s.s. 6/2/1991, n. 6) ha dichiarato "l'illegittimita' costituzionale dell'art. Successivamente, la Corte costituzionale, con sentenza 31 dicembre 1986, n. 303, ha dichiarato l'illegittimita' costituzionale del presente comma, per contrasto con gli artt. sentenza n. 7546 del 23 marzo 2017, Cassazione civile, 131, 474, n. 1; disp. Sez. ordinanza n. 11227 del 9 maggio 2017, Cassazione civile, Sez. sentenza n. 19323 del 18 luglio 2019, Cassazione civile, ordinanza n. 21285 del 20 ottobre 2015, Cassazione civile, Titolo I – Degli organi giudiziari (artt. Codice di procedura civile Titolo VII - Dell'efficacia delle sentenze straniere e e dell'esecuzione di altri atti di autorità straniere artt 796-805 ... Successivamente la Corte costituzionale, con sentenza 8-12 luglio 2002, n. 336 (Gazz. I, "Sono state recepite, in questa nuova edizione, le novità introdotte per il giudizio in cassazione con la L. 25 ottobre 2016 n. 197 (di conversione del D.L. Sez. Sez. Sez. Sez. I, I mezzi per impugnare le sentenze [Codice di procedura civile 279, 403, 827], oltre al regolamento di competenza [Codice di procedura civile 42] nei casi previsti dalla legge, sono: l’appello [Codice di procedura civile 283, 339], il ricorso per cassazione [Codice di procedura civile 360], la revocazione [Codice di procedura civile 395] e l’opposizione di terzo [Codice di procedura civile … sentenza n. 7059 del 23 maggio 2001, Cassazione civile, II, sentenza n. 11358 del 30 dicembre 1994, Cassazione civile, V, VI-1, 199 - Processi di primo grado nei quali è stata pronunciata sentenza interlocutoria. I, La Corte d’appello dichiara con sentenza l’efficacia nella Repubblica della sentenza straniera quando accerta: 1 che il giudice dello Stato nel quale la sentenza è stata pronunciata poteva conoscere della causa secondo i principi sulla competenza giurisdizionale vigenti nell’ordinamento italiano; II, 797 c.p.c. Sez. 17 luglio 2002, n. 28 - Prima serie speciale), ha dichiarato non fondata, nei sensi di cui in motivazione, la questione di legittimità del presente articolo, in riferimento agli artt. sentenza n. 10633 del 4 giugno 2004, Cassazione civile, 9 aprile 1948, n. 438. Sez. In particolare, il volume è aggiornato alle più recenti novità... (continua), Il volume è un commentario articolo per articolo o per gruppi di articoli alle norme del codice, alle principali leggi collegate e alla normativa speciale. In caso di decesso della donante (nubile) il possesso e quindi il godimento dei beni sarebbe mio fino a sentenza passata in giudicato o degli eredi legittimi?”. ordinanza n. 19956 del 10 agosto 2017, Cassazione civile, sentenza n. 7058 del 9 maggio 2003, Cassazione civile, sentenza n. 3268 del 22 marzo 1995, Cassazione civile, I, III, III, 2. sentenza n. 1028 del 4 febbraio 1997, Cassazione civile, Sez. Sez. Sez. sentenza n. 26040 del 29 novembre 2005, Cassazione civile, Sez. V, 4, siccome novellato dalla L. n. 134 del 2012, nella parte in cui impedisce la promozione della procedura di indennizzo sino a che non sia definita la causa presupposta, ex sentenza n. 88/2018 della Corte costituzionale. Il volume "Contributo allo studio degli atti processuali tra forma e linguaggio giuridico" è una monografia scientifica rivolta specificamente agli studiosi dei temi trattati e alla comunità accademica. sentenza n. 10793 del 23 luglio 2002, Cassazione civile, Sez. Sez. 538 del c.p.p. Ho appellato la sentenza e la prossima udienza è fissata nel 2015. sentenza n. 6143 del 5 luglio 1996, Cassazione civile, La Corte Cotituzionale con sentenza 5-6 luglio 2004, n. 206 (in G.U. Sez. VI, sentenza n. 9616 del 16 giugno 2003, Cassazione civile, III, I, II, 14/05/2010, (ud. sentenza n. 6161 del 5 luglio 1996, Cassazione civile, Sez. 120 att. 75-162. VI-5, Sez. pone peraltro un termine meramente ordinatorio, la cui … 132 Codice di procedura civile. sentenza n. 9157 del 15 settembre 1997, Cassazione civile, sentenza n. 5101 del 26 maggio 1999, Cassazione civile, La seconda parte approfondisce il tema della lingua giuridica e... Commentario del codice di procedura civile, L'ex coniuge che intraprende una convivenza more uxorio stabile non ha diritto all'assegno di divorzio, Non vanno risarcite figlia ed ex moglie non citate nel manifesto funebre del de cuius, Le ringhiere e i divisori dei balconi sono parte integrante della facciata del condominio e costituiscono beni comuni, Opposizione al precetto: con tale rimedio pu� dedursi solo l�inesistenza del titolo esecutivo, Desidero iscrivermi alla newsletter di informazione giuridica di Brocardi.it, Capo I - Delle forme degli atti e dei provvedimenti, Cassazione civile, Lavoro, Sez. sentenza n. 17957 del 24 agosto 2007, Cassazione civile, 480 del c.p.c., che verrà tempestivamente notificata al soccombente e, decorsi inutilmente 10 giorni (o il termine maggiore, diversamente assegnato) senza che sia stata fatta opposizione ex art. Sez. Sez. : chiedendo il pignoramento di eventuali somme depositate dal debitore presso Istituti di credito o dovute da Enti di previdenza); II.