tutti i beni della terra: Senti la tristezza del ramo che secca, dell'astro che si spegne, dell'animale ferito che rantola, ma prima di tutto senti la tristezza e il dolore dell'uomo. Ti diano gioia tutti i beni della terra: ma prima di tutto credi all’uomo. credi al grano, alla terra, al mare, ma prima di tutto credi all'uomo. dell’astro che si spegne. Ama le nuvole, le macchine, i libri, ma prima di tutto ama l'uomo. Senti la tristezza del ramo che secca, dell'astro che si spegne, dell'animale ferito che rantola, ma prima di tutto senti la tristezza . Ti diano gioia tutti i beni della terra: Senti la tristezza del ramo che si secca, dell'astro che si spegne, dell'animale ferito che rantola, ma prima di tutto senti la tristezza e il dolore dell'uomo. Ama le nuvole, le macchine, i libri. Credi al grano, alla terra, al mare, ma prima di tutto all'uomo. credi al grano, alla terra, al mare, ma prima di tutto credi all'uomo. Ti diano gioia. / Ama la nuvola la macchina il libro / ma innanzi tutto ama l’uomo. I pini in riva al mare Un tempo la pineta si spingeva fin sulla spiaggia. Senti la tristezza del ramo che secca, dell'astro che si spegne, dell'animale ferito che rantola, ma prima di tutto senti la tristezza e il dolore dell'uomo. credi al grano, alla terra, al mare. credi al grano al mare alla terra ma soprattutto all’uomo. Ama le nuvole, le macchine, i libri, ma prima di tutto ama l'uomo. ma prima di tutto ama l’uomo. credi al grano al mare alla terra ma soprattutto all'uomo ma innanzitutto ama l'uomo. Ama la nube, la macchina, il libro, ma prima di tutto ama l'uomo. Che tutti i beni terrestri Non vivere su questa terra /come un inquilino / oppure in villeggiatura / nella natura / vivi in questo mondo / come se fosse la casa di tuo padre / credi al grano al mare alla terra /ma soprattutto all’uomo. e il dolore dell'uomo. Ama le nuvole, le macchine, i libri, ma prima di tutto ama l'uomo. ma prima di tutto. Ama le nuvole, le macchine, i libri, ma prima di tutto ama l'uomo. Ama la nuvola la macchina il libro ma innanzi tutto ama l’uomo. credi al grano, alla terra, al mare, ma prima di tutto credi all'uomo. Ama le nuvole, le macchine, i libri, ma prima di tutto ama l'uomo. senti la tristezza e il dolore dell’uomo. Senti la tristezza del ramo che secca del pianeta che si spegne della bestia che è inferma, ma … Credi al grano, alla terra, al mare, ma prima di tutto ama l'Uomo. Non vivere su questa terra come un inquilino oppure in villeggiatura nellla natura vivi in questo mondo come se fosse la casa di tuo padre credi al grano al mare alla terrra ma soprattutto all'uomo. Ti diano gioia tutti i beni della terra Senti la tristezza del ramo che secca. Senti la tristezza del ramo che si secca … Senti la tristezza del ramo che si secca del pianeta che si spegne dell’animale infermo ma innanzitutto la tristezza dell’uomo. dell’animale ferito che rantola. credi al grano, alla terra, al mare, ma prima di tutto credi all'uomo. Dolcemente i pini si piegavano alla carezza del vento che spirava dal mare. Oggi il nostro cuore carico di malinconia per Gigi che ci lascia, ci richiama le parole del poeta Nazim Hikmet: “Non vivere su questa terra come un estraneo…ma come nella casa di tuo padre: credi al grano, alla terra, al mare, ma prima di tutto credi all’uomo (…)”.. Così ci sembra sia stato Gigi. Ama la nuvola la macchina il libro ma innanzitutto ama l'uomo. Senti la tristezza del ramo che si secca del pianeta che si … credi al grano, alla terra, al mare, ma prima di tutto credi nell'uomo. Senti la tristezza del ramo che secca, dell'astro che si spegne, dell'animale ferito che rantola, ma prima di tutto senti la tristezza e il dolore dell'uomo.