Al momento infatti non sono disponibili dei prodotti per la cura del pesco quando la pianta è ormai malata. Il 3 marzo 2007 Jacobsen, il 20 maggio 2007 Dieter, chiedono:. Bolla del pesco cura, sintomi, trattamenti e consigli. Le foglie appaiono ispessite, bollose, arrotolate e fragili al tatto. La prevenzione. La Bolla è una malattia provocata da un fungo che attacca diverse drupacee come mandorli, nettarine e soprattutto peschi. Dobbiamo però dire che che esistono, oltre ai funghi dannosi, anche funghi utili, e forse poco conosciuti perché poco studiati. La bolla è una malattia che se non controllata in modo preventivo può compromettere l’intera produzione annuale dei nostri alberi. La bolla del pesco è favorita dalla primavera piovosa e fredda, esattamente come l'inizio stagione di quest'anno, ma credo che al Nord si facciano normalmente i conti con questa malattia. La Bolla del Pesco (Taphrina deformans) è un fungo che colpisce le foglie e i germogli, che assumono una consistenza carnosa, si deformano e diventano di colore giallo-rossastro.Probabilmente è la malattia più importante per il Pesco e colpisce le piante in tutta Italia, ma soprattutto nelle regioni del nord in cui le condizioni climatico-ambientali sono più favorevoli. I frutti vengono raramente colpiti, ma non è escluso nelle varietà più sensibili, come le Nettarine, o in primavere molto piovose e fredde. Caratteristiche:. Bolla del pesco. Anche i prodotti trasformati si distingueranno per gusto e … parassiti e malattie delle piante La bolla del pesco o più precisamente Taphrina deformans (Berck), è una malattia crittogama favorita dal tempo freddo e umido che colpisce l’albero del pesco o più precisamente le foglie del pesco.. Sintomi della bolla del pesco. Ciao a tutti, Io ho piantato nel giardino un Pesco circa 2 anni fa, in primavera ha sempre fatto una bellissima fioritura e tanti piccoli frutti, ma mai portati a maturazione per la bolla del pesco, mi è stato detto che devo trattare la pianta prima della fioritura, ma come e cosa devo applicare? BK . search this site. Come abbiamo già detto, prevenire la bolla del pesco è fondamentale. Gli effetti sono visibili già dal primo ciclo di trattamenti: miglior sviluppo vegetativo, malattie del pesco (bolla, monilia, oidio, sharka, ecc.) per combattere la bolla del pesco, ed anche gli affidi, un buon rimedio – da somministrare entro gennaio, in prevenzione, è il seguente: prendere un recipiente, versarvi litri 5 di acqua della rete idrica, aggiungere kg. parassiti e malattie delle piante. Questo perché, quando noterai i sintomi, sarà già troppo tardi per intervenire. La bolla del pesco è la principale malattia fungina di questa cultivar fruttifera tanto amata. Difendi le tue piante dalla bolla del pesco. Tul., 1866, comunemente conosciuto come bolla del pesco, è un fungo che appartiene alla classe degli Ascomiceti, ordine Taphrinales, famiglia Taphrinaceae.. Questo tipo di fungo è diffuso in tutte le regioni italiane, tuttavia è nelle regioni settentrionali che, per le condizioni climatico-ambientali più favorevoli, si hanno le infezioni più pericolose. La bolla del pesco è una malattia fungina, e di conseguenza è molto spesso provocata da un eccesso di umidità: è fondamentale, quindi, fare in modo che la quantità di risorse idriche somministrate alle piante non sia mai sovrabbondante, e che il terreno risulti ben drenato, così da scongiurare fastidiosi ristagni d'acqua. Atlante delle coltivazioni arboree - Alberi da frutto Generalità. per la bolla del pesco, che cosa devo dare alla pianta e quando la devo dare? Il pesco è probabilmente originario della Cina (secondo alcuni del Medio Oriente - Persia), dove lo si può ancora rinvenire allo stato selvatico. La Bolla del Pesco (Taphrina deformans) è un fungo che colpisce le foglie e i germogli, che assumono una consistenza carnosa, si deformano e diventano di colore giallo-rossastro. Si chiama Bolla del pesco (Taphrina Deformans), una malattia crittogamica, ovvero, causata dai funghi. Vi abbiamo già parlato dei principali parassiti dell’albero di pesche, adesso è il momento di approfondire il discorso. La bolla del pesco è una malattia fungina causata dall’ascomicete Taphrina deformans, il sintomo tipico è quello di foglie che si deformano, esse aumentano di spessore diventano ipertrofiche e bollose. Ecco i nostri consigli su come prevenire la bolla del pesco: Bolla del pesco. La prevenzione della bolla del pesco, come per qualsiasi altra malattia, è una questione molto simile a una strategia militare.. Il primo punto, infatti, è sempre e solo uno: conoscere il proprio nemico per poterne prevedere le mosse. Questa è provocata da un fungo diffuso in tutte le regioni italiane. Danni. Col procedere della stagione, assumono un colore che … INTRODUZIONE – L’inverno è la stagione in cui le piante caducifoglie sono in dormienza e le gemme sono protette da perule cotonose. La bolla del pesco è la prima malattia, nelle colture frutticole, da prendere in considerazione nella stagione vegetativa. Col procedere della stagione, assumono un colore che … Pesco - Persica vulgaris Mill. Dopo aver spiegato la malattia propone alcuni metodi e da vari consigli utili su come combatterla con dei rimedi biologici. I fosfolipidi io non ho fatto quello alla caduta delle foglie e, Il suo nome deriva dalle bolle che crescono sul pesco e dalle deformazioni che si possono trovare sui germogli, sulle foglie e sui frutti. Bolla del pesco: qualche cenno su questa malattia. Risulta infatti immune dalla Bolla del Pesco, è resistente agli Afidi e alla Tignola del Pesco e alla Mosca della Frutta. azz ne posso fare solo uno adesso.... Jacobsen . ridotte drasticamente, frutti con miglior pezzatura, colorazione più intensa ed elevato grado Brix. Le elevate temperature autunnali e la quasi assenza di precipitazioni invernali hanno sicuramente contenuto la fase saprofitaria del fungo riducendo il potenziale di inoculo, ma ciò non deve trarci in inganno rispetto alla possibilità di severi attacchi. Bolla del pesco: Lotta integrata. Le foglie appaiono ispessite, bollose, arrotolate e fragili al tatto. Consulta il calendario per effettuare trattamenti completamente naturali sulle tue piante. Gli agenti patogeni rimangono però attivi e continuano la loro propagazione nel frutteto pronti a infettare fiori, foglie e germogli durante la ripresa vegetativa. Il calendario qui proposto è riferito ai trattamenti per le drupacee: albicocco, ciliegio, pesco, susino, …. I danni provocati dalla bolla del pesco sono a carico dei giovani germogli e delle foglie, il fungo Taphrina deformans però si dimostra abbastanza aggressivo, a volte si può manifestare anche sui frutti provocandone deformazione e macchie simili a quelle presenti sulle foglie e sui giovani germogli.. Bolla del pesco (Taphrina deformans) La bolla è forse la malattia più pericolosa e più difficile da debellare tra tutte le malattie del pesco che si conoscono. MUFFA o BOTRITE come botrytis cinerea è la Muffa grigia, Taphrina deformans è la bolla del pesco Ne esistono tante altre che parassitizzano le piante,sia le parti verdi che la radici. Taphrina deformans (Berk.) La Bolla è una malattia provocata da un fungo che attacca diverse drupacee come mandorli, nettarine e soprattutto peschi. Un modo per ridurre l'impiego di prodotti chimici nel frutteto contro la bolla del pesco è quello di intervenire esclusivamente nei momenti in cui il patogeno è più vulnerabile. Buongiorno Raffaele, la bolla del pesco si combatte principalmente con trattamenti preventivi con solfato di rame oppure con polisolfuro.. Questi trattamenti vanno fatti durante l'inverno quando la pianta è in riposo completo e poi quando sta per risvegliarsi in primavera durante la fase in cui le gemme a fiore si sono ingrossate ed il pesco sta per fiorire. Alberi da frutto: Pesco Persica vulgaris Mill. tignola della frutta: anche se un po’ più piccola, perché lunga circa 8 mm, provoca gli stessi danni della precedente. Bolla del pesco L’agronomo fitopatologo Andrea Tantardini in questo tutorial mostra una malattia fortemente presente in Italia: la bolla del pesco. Il polisolfuro ha anche un effetto insetticida su acari e cocciniglie, per cui il trattamento può presentare anche questo risvolto. Ticchiolatura del melo e del pero (Venturia inaequalis) Bolla del pesco; Monilia (varie specie di Monilinia) Oidio o mal bianco (vari patogeni del genere Oidium) Effetto insetticida. ciao e grazie Jacobsen Ziram o dodina un trattamento alla caduta delle foglie ed uno all'inizio della ripresa vegetativa. Bolla del pesco Peronospora, alternaria:} LECITINA DI SOIA - CONTRO BOLLA PESCO SOSTANZA DI BASE POLVERE 100 g CODICE: 1130635 SOSTANZA DI BASE Di origine naturale, 100% vegetale - Contro la bolla del pesco è un prodotto a base di lecitina, sostanza attiva presente in natura nota per le sue proprietà fungicide. tignola del pesco o anarsia: tignola propria del pesco, lunga 12-15 mm, provoca danni sui fiori, sui germogli e sopratutto sui frutti, i più pericolosi, distruggendoli dall’esterno verso l’interno.